domenica, 16 dicembre 2018
Post show

Paura e delirio a NXT

Il mistero dietro l'attacco ad Aleister Black si è finalmente risolto, e non come pensavamo.

La scorsa settimana abbiamo assistito al rientro in scena di Aleister Black, messo in panchina per mano di una misteriosa figura che lo ha attaccato alle spalle. Nel corso delle settimane successive, William Regal si è occupato di condurre un’indagine al riguardo, interrogando i vari membri del roster di NXT, tra cui Tommaso Ciampa, l’Undisputed Era e Kassius Ohno. Tra tutti è emersa una voce, quella di chi sapeva: Nikki Cross ha visto chi ha attaccato Black. E si è premurata di rivelarlo al diretto interessato.

Tuttavia, prima che possa succedere qualunque cosa, il General Manager dello show si è premurato con la security di scortare da lui l’atleta, onde evitare dirette ripercussioni sull’attaccante… vi lasciamo immaginare com’è andata a finire.

Ma prima che ciò possa accadere, assistiamo a un episodio leggero e godibile, nel pieno rispetto della formula di NXT. Nel corso del Mae Young Classic abbiamo visto nascere la stella di Mia Yim, che per il secondo anno di fila ha dato spettacolo, portando il pubblico della Full Sail University a un coro all’unisono, “Please sign Mia“: Triple H in persona è dovuto entrare in scena per rassicurare il pubblico, promettendo loro che avrebbe offerto un contratto alla lottatrice coreana. La ragazza ha fatto il suo debutto in un veloce incontro contro Aliyah, che se non altro è servito a mettere in evidenza le abilità di Mia agli occhi di chi la vede sul ring per la prima volta.

A ogni debutto corrisponde un ritorno, anche se non strettamente correlati: l’Undisputed Era rinforza le sue fila, grazie alla ricongiunzione del trio con Bobby Fish, reduce da un brutto infortunio al ginocchio. Il suo rientro è stato fondamentale per il mantenimento delle cinture di coppia contro i War Raiders. E mentre il temerario quartetto si sta facendo sempre più nemici in quel di NXT, Adam Cole va in cerca di quel titolo che Ricochet gli ha rubato: ma a rispondere all’appello non è il “One and Only“, bensì EC3, che nonostante l’enorme svantaggio, e il successivo assalto post-match, riesce ad ottenere una vittoria di rapina.

Lei lo ha sempre saputo. E ora lo sa anche Aleister Black. E mentre Regal cerca di annunciare lo sfidante di Ciampa per Takeover: War Games II, viene interrotto da Velveteen Dream prima e Lars Sullivan poi. In breve tempo si passa dalle parole ai fatti… fino all’ingresso di Nikki Cross, che annuncia il SUO arrivo.

Aleister Black si dirige furioso verso il ring, sbarazzandosi velocemente della security: nulla lo può fermare, nemmeno Sullivan, che riceve una micidiale Black Mass. E mentre l’ex campione afferra violentemente il General Manager, una figura si innalza alle sue spalle.

Black è a terra, quasi esanime. L’identità dell’aggressore? Johnny Gargano.

Sono qui.” Con queste parole si rivela a Black, chiudendo la puntata tra i fischi del pubblico.

Matteo Galeazzi
Be like no one.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi