mercoledì, 23 gennaio 2019
Post show

Thank you, Roman

Tra una notizia scioccante e un inatteso voltafaccia, la puntata odierna di Raw segna una pagina nera per lo Shield

La puntata di Raw andata in onda questa notte si è aperta con una notizia che non avremmo mai voluto sentire: Roman Reigns si ritira, almeno per ora, dal mondo del wrestling. Il campione Universale è stato protagonista di grandi match nel corso della sua carriera, il suo palmares e i quattro main event di WrestleMania parlano chiaro, ma ora “The Big Dog” deve combattere la battaglia più importante di tutte.

Il samoano è salito sul ring, parlando al WWE Universe non come Roman Reigns, ma come Joe, un ragazzo di 33 anni che da undici combatte contro la leucemia, un terribile male che lo ha colpito ad appena 22 anni, costringendolo a ritirarsi dal mondo del football. Dopo aver speso i primi due anni a combattere la malattia, l’atleta è riuscito a mandare in stato di remissione le cellule tumorali, che sono ora tornate all’attacco. Con la promessa di prendere a calci la leucemia, Reigns saluta quel pubblico – che fino alla settimana successiva lo ha tanto fischiato, ma che oggi non può esimersi da una standing ovation accompagnata da cori di “Thank you, Roman” e “Cancer sucks” – con un’ultima posa sullo stage insieme ai due fratelli, in lacrime, con cui nel bene e nel male ha scalato la vetta della federazione: e se per Reigns per ora è davvero tutto, non si può dire lo stesso di Seth Rollins e Dean Ambrose.

Lo scioccante annuncio in apertura dello show ha cambiato le carte in tavola in vista di Crown Jewel, lasciando Brock Lesnar e Braun Strowman a contendersi il titolo vacante. Si vocifera un’inserimento nella contesa per Drew McIntyre, attualmente senza un ruolo in Arabia Saudita e ai ferri corti con il “Monster Among Men“, che sette giorni fa ha preso le distanze da Dolph Ziggler e lo scozzese. L’alleanza si è ufficialmente sciolta, e se nell’ultima puntata è stato McIntyre a dare il colpo di grazia, oggi tocca a Strowman cercare vendetta. Nel main event della serata i campioni di coppia hanno difeso le loro cinture contro i sopracitati Rollins ed Ambrose, e grazie alla decisiva interferenza del colosso, i rimanenti due terzi dello Shield conquistano gli allori.

Quello che è successo subito dopo ha lasciato tutti quanti a bocca aperta.

Al termine del sopracitato incontro, i festeggiamenti hanno vita breve: Ambrose attacca alle spalle Rollins, rifilandogli una Dirty Deeds sul quadrato prima e sul pavimento, privo di protezione, poi. I mind games dei furono Dogs of War hanno fatto il loro corso, stroncando ancora una volta lo Shield, che solo poche ore prima aveva perso un altro membro. Se l’annuncio di Reigns ci ha lasciato un vuoto, il tradimento di Ambrose è stato un colpo al cuore.

Sul resto dell’episodio c’è veramente poco da dire, sia a livello qualitativo quanto a livello emozionale. Il temporaneo addio di Reigns e la rottura – questa volta a ruoli invertiti – tra Rollins ed Ambrose ha veramente tolto tutte le energie, sia al pubblico di Providence, Rhode Island che di chi ha assistito allo show in televisione.

I migliori auguri di una pronta guarigione vanno a Roman Reigns. Prendila a calci, Joe.

Matteo Galeazzi
Be like no one.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi