domenica, 17 febbraio 2019
Approfondimento

Quali prospettive senza il campione?

Come cambierà RAW senza Roman Reigns?

Non si sta parlando d’altro, se non dei problemi di salute di Roman Reigns. E come potrebbe essere altrimenti? L’ormai ex campione universale ha deciso di abbandonare temporaneamente l’attività in ring per concentrarsi sulle sue cure e ristabilirsi, sebbene i suoi problemi di salute siano chiaramente molto seri (leucemia, ndr.).

Ma, alla luce dell’abbandono di Roman, pare evidente che a RAW ci saranno notevoli scossoni, per sopperire a un’assenza importante come quella del top name attualmente in federazione.

Il Big Dog avrebbe dovuto difendere il titolo a Crown Jewel contro Brock Lesnar e Braun Strowman, in una sfida in cui l’unico “idolo dei fan” sarebbe dovuto essere lui. Il suo venir meno, evidentemente, lascia scoperto il ruolo di top face in quel di RAW e questo sembrerebbe aver portato la WWE a ricorrere a un piano di emergenza, cercando di recuperare le simpatie dei fan nei confronti di Strowman.

Infatti Braun, nell’ultimo episodio, si è contrapposto prima a Paul Heyman e poi si è ritrovato decisamente invischiato in una faida con un McIntyre, che, tra i due, è sicuramente il più inviso ai fan. Piccoli stratagemmi per riciclare Braun come gigante che non ha bisogno di compromessi per vincere e come oppositore ideale per Lesnar.

A margine di ciò, dobbiamo dire che le conseguenze dell’assenza di Reigns dovranno, necessariamente, portare qualcuno a raggiungere una nuova dimensione. E proprio Braun potrebbe vestire degnamente i panni di campione, così come McIntyre potrebbe essere indirizzato verso un posto fisso nel Main Eventing, specialmente adesso che non è più costretto a lottare nella divisione di coppia.

Rollins, al momento, non sembra vicino alla cintura Universale, specialmente perché ci immaginiamo il feud con Ambrose come duraturo e coinvolgente. Una piacevole variante in un RAW privo di molte emozioni ultimamente.

Non bisogna tralasciare, inoltre, come sia importante a RAW, specialmente in assenza del top name, che tanti nomi vengano riciclati o rilanciati, e il turn di Elias sembrerebbe essere l’ennesima conferma di una nuova pagina in quel di RAW.

Tanti segnali, quindi, di quelle che sono le conseguenze e gli scossoni inevitabili derivanti dal dover rimpiazzare il wrestler attorno a cui ha ruotato RAW negli ultimi anni. Tanti segnali anche positivi, che dimostrano come lo show dove continuare, in attesa che Reigns possa tornare, trovando nuova competizione e nuove atmosfere!

Giovanni Di Rosa
Laureato in giurisprudenza con la passione per la scrittura. Sono un appassionato di serie tv, wrestling e calcio. La mia passione per il wrestling nasce nel 2004, quando mi imbatto per pura coincidenza in un Match tra John Cena e Rene Duprèe. I miei idoli assoluti in WWE sono Charlotte Flair e AJ Styles!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi