giovedì, 20 settembre 2018
Post show

Passato e Futuro ad Hell in a Cell

Raw ha serbato sorprese offrendo risposte e minando le certezze per Hell in a Cell.

A New Orleans inizia con una festa a cui hanno partecipato tutti gli oppositori dello Shield. Gli assenti hanno deciso comunque di imbucarsi durante per scatenare l’ennesima rissa. Il saggio intervento di Baron Corbin ha permesso di allontanare dall’arena Roman Reigns, Seth Rollins e Dean Ambrose. Almeno momentaneamente.
Nikki Bella ha avuto la meglio anche questa settimana su Ruby Riott mettendo a segno la sua Rack Attack 2.0. La sua vittoria è merito anche della sorella Brie Bella che ha saputo tenere a bada Liv Morgan. Ricordiamo che le Bella Twins e Ronda Rousey affronteranno la Riott Squad a Super Showdown.
Altra settimana altra vittoria per gli Authors of Pain accompagnati da Drake Maverick. Il Tapin è avvenuto su Ronnie Ace e Nathan Bradley. Gli Authors of Pain confermano il loro momento positivo, ma forse è ora di opporli ad avversari di un certo calibro, magari al nuovo team Bobby Roode e Chad Gable.
La scorsa settimana tra Shawn Michaels e Undertaker è venuta fuori la guerra del rispetto, Triple H questa settimana rincara la dose affermando che Undertaker ha perso il rispetto per sé stesso e che ha Super Showdown “I will put you down” ora che in gioco non vi sono ere o streak. Il fuoco aumenta tra i due rivali.
Dolph Ziggler e Drew McIntyre portano a casa l’ennesima vittoria sul B-Team. Successivamente subiscono l’assalto di Seth Rollins e Dean Ambrose precedentemente allontanati dal General Manager. Secondo quanto detto all’inizio show il loro intervento avrebbe cancellato la presenza dello Shield ad Hell In A Cell oltre che il ritiro dei titoli di Roman Reigns e Seth Rollins. Quando tutto sembrava perduto l’agente della polizia  il cui nome era G. Ambrose, ha fatto cambiare idea a Baron Corbin che ha sancito un match per i titoli di coppia fra Ziggler, McIntyreRollins e Ambrose per Hell in a Cell. Una decisione scontata che non necessitava la pressione psicologica delle forze armate.
Kevin Owens assale Tyler Breeze sancendo il ritorno in WWE dopo una brevissima assenza e sostenendo delle motivazioni chiare. L’attacco ha Bobby Lashley è dovuto essenzialmente all’infortunio che questo ha causato al suo eterno amico e compagno Sami Zayn. A Super Showdown Kevin Owens insieme ad Elias affronteranno John Cena and Bobby Lashley, qui le vendette potrebbe dar vita ad un buon match.
Il nuovo team composto da Chad Gable e Bobby Roode continua ad ottenere vittorie ancora una volta sugli Ascension. Il collaudo sembra essere positivo, li vedremo presto affrontare gli Authors of Pain?
Ronda Rousey e Natalya hanno la meglio su Alexa Bliss e Mickie James, un cambio dell’ultima ora essendo fino a poco prima stata scelta Alicia Fox al fianco della biondina. La vittoria della campionessa e della canadese ha comunque segnato il fisico della Rowdy che ad Hell in a Cell rischia di arrivare non al massimo. Il titolo potrebbe essere a repentaglio.
Domenica il passato e il futuro si incontreranno all’interno della gabbia infernale e ad annunciare questo momento magico è stato Mick Foley avvisando tutti che Roman Reigns e Braun Strowman, il futuro, dovranno dare conto delle loro azioni ad un arbitro venuto dal passato, Mick Foley. L’annuncio è giunto interrompendo la serenata di Elias che non contento dell’accaduto ha messo a tacere la leggenda hardcore. Poco male. Foley ha fatto seguire un secondo annuncio: in qualità di ex GM avrebbe potuto sancire un match per quello show e non ci ha pensato due volte quando ha decretato un Elias contro Finn Bàlor. Un match in cui l’irlandese ha ovviamente avuto la meglio.
Braun Strowman e  Roman Reigns non danno cenno di cedimento. Anzi più c’è da distruggere più il loro ego si gonfia, ma ieri notte a pagarne le conseguenze è stato il colosso che ha subito un samoan drop distruttivo per sé stesso e per lo stage nel quale si è aperta una voragine che conduce direttamente all’inferno. Mick Foley è avvisato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi