giovedì, 18 ottobre 2018
MMANotizie

Mike Johnson:”Brock Lesnar non apparirà nemmeno a SummerSlam”

La situazione riguardante l'Universal Championship sembra più indecifrabile che mai. Il futuro della bestia è ancora incerto

Al momento pare che Brock Lesnar non debba difendere l’Universal Championship a SummerSlam. Il che ha del clamoroso, dato che il titolo massimo di Raw non viene messo in palio dallo scorso aprile (da Greatest Royal Rumble). Fino a qualche giorno fa, dai siti americani Cageside Seats e WrestleVotes emergeva che The Beast Incarnate avrebbe combattuto in uno dei principali eventi dell’anno e che al momento mancavano solo indicazioni precise riguardanti il suo avversario.

Attualmente è di tutt’altro avviso Mike Johnson del PWInsider Elite Audio:

I am hearing Brock isn’t working SummerSlam. We may not see Brock again until later in the year, which is madness if you think about the belt.

(Ho sentito che Brock non lavorerà a SummerSlam. Quest’anno potremmo rivederlo di nuovo soltanto più tardi, questa è una pazzia pensando alla sua cintura.)

Successivamente il giornalista si è focalizzato sulla situazione contrattuale dell’assistito di Paul Heyman:

It could be that they may only have a couple of dates left on Brock. If they want him more often then maybe they should sign him to some more dates. It will be interesting to see how WWE books their Universal Title picture and SummerSlam moving forward.

(Potrebbe essere che mancano soltanto un paio di date dall’addio di Brock. Se vogliono vederlo più spesso, forse dovrebbero fargli firmare un nuovo accordo con qualche data in più. Sarà interessante vedere come la WWE gestirà la situazione del titolo Universale e da SummerSlam in poi.)

Le parole di Johnson trovano conferma dal fatto che poco tempo fa erano state rese note alcune delle scadenze dei contratti di alcune superstars WWE. Tra queste spiccava proprio quella di Brock Lesnar, il cui termine ultimo del suo accordo con la federazione era fissato ad agosto 2018.

D’altra parte Dave Meltzer pensa che il tutto sia soltanto parte integrante della storyline che porterà alla difesa dell’Universal Championship nel più grande evento dell’estate. A tal proposito, nell’ultima puntata di Raw, Kurt Angle ha di fatto annullato il match a più uomini previsto per Extreme Rules, il quale avrebbe decretato lo sfidante del Conqueror a SummerSlam. Ciò è stata una conseguenza dei problemi contrattuali della bestia, riluttante di difendere il titolo nel grande evento dell’estate. Ad arricchire il tutto Paul Heyman sta ancora lanciando frecciatine ai papabili avversari del suo cliente sui social, dopo quelle della scorsa settimana:

(Sí, abbiamo già nascosto questa dichiarazione. Mi stupisce che a Raw, dove è andato in onda uno stellare Rollins vs. Ziggler; per non menzionare la continua sceneggiata tra Roman Reigns e Bobby Lashley, questo è ciò che è scritto nei titoli. QUANDO HEYMAN SOSTIENE…)

In realtà la WWE avrebbe virato su un incontro tra Roman Reigns e Bobby Lashley per stabilire il number one contender per la cintura principale di Raw. Come dichiarato da Meltzer questo servirebbe a rendere il Big Dog più apprezzabile da parte del pubblico, ricco di astio verso un campione che detiene la cintura da troppo tempo:

The current storyline is yet another offshoot of the plan to build to an attempt to have Reigns be the babyface when the Lesnar match takes place. The idea this time is to tell a story that Lesnar is looking at leaving with the belt and going to the UFC.

(La storyline attuale deriva dal piano di tentare ancora una volta di far apparire Reigns come il babyface quando il match di Lesnar avrà luogo. Questa volta l’idea vedrebbe inscenata una storia con Lesnar volenteroso di abbandonare la federazione con la cintura e ritornare in UFC.)

Stando ai rumours, uno dei possibili scenari vedrebbe appunto The Next Big Thing tornare in UFC con l’Universal Championship ancora in vita. É infatti risaputo che Lesnar vorrebbe far ritorno nel mondo delle arti marziali miste e che si sia già incontrato prima di WrestleMania 34 con il presidente dell’UFC Dana White per un nuovo accordo. Secondo alcuni esperti del settore, entrambe le parti starebbero pensando ad un contratto valido per un solo incontro. Questo vedrebbe Brock sfidare il vincitore del match tra l’UFC Heavyweight Champion Stipe Miocic e l’UFC Light-Heavyweight Daniel Cormier, che si terrà a UFC 226. Affinchè tutto questo possa essere realizzato, The Beast dovrà superare il test dell’USADA (Agenzia Antidoping degli Stati Uniti), considerata la sua positività nella sua apparizione nell’ottagono a UFC 200.

Ad ogni modo una mancanza del cambio di titolo anche a SummerSlam potrebbe peggiorare ulteriormente la situazione di Raw. Brock Lesnar detiene l’Universal Championship ormai da WrestleMania 33 e le sue difese sporadiche non fanno che far scemare l’interesse verso la sua cintura. Anche se Roman Reigns, o Bobby Lashley potrebbero non rappresentare agli occhi dei fan due profili ideali per porre fine all’interminabile regno del Conqueror, una vittoria da parte dei due sarebbe un toccasana per lo show rosso. Senza dimenticare Braun Strowman sullo sfondo che potrebbe incassare la sua valigetta all’improvviso.

L’assenza di Brock Lesnar a SummerSlam sarebbe un vero e proprio scandalo? Qual è l’uomo giusto per batterlo?

Giovanni Damiano
Studente di Medicina e Chirurgia, polistrumentista per passione, fan sfegatato dei Green Day e tifosissimo della Juventus e del Potenza (squadra di calcio della mia città natale). Passando alle cose serie, seguo il wrestling dal 2003, fin da piccolo ho sempre amato molto maestri della tecnica quali Chris Benoit e Kurt Angle. Con il tempo ho iniziato ad apprezzare tantissimo John Cena e Chris Jericho, ma generalmente tutti gli atleti che riescono a coniugare capacità fondamentali come carisma, dimestichezza al microfono e abilità nell'esecuzione delle mosse.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi