mercoledì, 15 agosto 2018
Approfondimento

La stella di Becky Lynch è pronta per risplendere

La Lass Kicker sembra davvero poter riuscire finalmente ad uscire da una fase di stallo durata tanti mesi

Grazie all’avvento della Women’s Revolution il numero di lottatrici femminili è nettamente aumentato. Tuttavia con tante wrestlers pronte a sfidarsi per il titolo del proprio roster di appartenenza non solo è difficile emergere, ma è altrettanto complicato rimanere ad alti livelli ed in orbita cintura con continuità. L’emblema di questa attuale problematica è senza dubbio una delle atlete cardine della divisione femminile negli ultimi anni: Becky Lynch.

The Irish Lass Kicker è negli ultimi giorni al centro delle attenzioni del wrestling web per gli avvenimenti dell’ultima puntata di SmackDown LIVE. Se venisse detto a chi non avesse assistito all’episodio dello show blu ciò che è accaduto, probabilmente l’interloquito stenterebbe a credere alle sue orecchie. Non tanto per la roboante vittoria dell’irlandese su Charlotte Flair, ma per la maniera in cui il match si è concluso con la Queen costretta a cedere alla Dis-arm-her.

Ebbene sì, la 7 volte campionessa femminile, unica in assoluto a detenere il titolo femminile a roster unificati, a roster divisi (sia a RAW che a SmackDown LIVE) e ad NXT, capace di interrompere l’interminabile streak di Asuka e indiscusso baluardo della categoria delle ragazze è stata costretta ad arrendersi, a battere ripetutamente la mano sul tappeto come una lottatrice qualsiasi, a causa di una sfidante costretta da troppo tempo a ristagnare ai margini della divisione femminile.

Perchè anche se è faticoso ammetterlo, Becky Lynch è da parecchi mesi soltanto una delle tante, una lottatrice che ha raggiunto il suo picco massimo anni fa e che non riesce a divincolarsi da una parabola inesorabilmente discendente.

D’altro canto bisogna sottolineare il ruolo della Straight Fire nella Women’s Revolution, che con Sasha Banks e Charlotte Flair formava un terzetto appena giunto da NXT immediatamente portato alla ribalta, con le donne già in precedenza presenti nel roster principale che non potevano far nient’altro che ammirare l’ascesa delle nuove arrivate. Nonostante il raggiungimento di un ruolo di rilievo, avere il proprio destino continuamente incrociato con la Boss e la figlia di Ric Flair è ciò che in parte ha limitato le possibilità di successo della Lynch.

Già nel settore di sviluppo Becky era vista dal pubblico come la numero due, poichè ad emergere era principalmente la sua compagna di team Sasha Banks, nonostante una buona fetta degli spettatori di NXT avesse già notato le abilità della Lass Kicker. Anche nel main roster con la bostoniana ammirata per il suo personaggio magistralmente funzionale da heel e Charlotte subito campionessa, aldilà di una considerazione costantemente crescente da parte dei fan, l’irlandese rimaneva sempre un passo indietro alle altre due.

Il suo momento più soddisfacente della carriera in WWE è certamente la conquista dello SmackDown Women’s Championship, divenendo prima detentrice della cintura introdotta in seguito alla brand extension del 2016. Un riconoscimento molto prestigioso, ma chiediamoci come sia giunta questa vittoria del titolo. Soltanto con Charlotte Flair e Sasha Banks assegnate al roster di RAW e la presenza nello show blu di atlete debuttanti (Alexa Bliss e Carmella), una campionessa longeva e sul viale del ritiro (Nikki Bella) e lottatrici veterane da tempo poco rilevanti (Naomi e Natalya), Becky Lynch rappresentava una vera e propria manna dal cielo.

Dopo la perdita dell’alloro nell’edizione di TLC nello stesso anno, nell’ultimo anno e mezzo qualsiasi ragazza ha conquistato lo SmackDown Women’s Championship. Alexa Bliss soprattutto e Carmella si sono messe in evidenza, Naomi principalmente e Natalya hanno trovato nuova linfa e l’arrivo di Charlotte Flair nel roster ha avuto inevitabilmente un impatto di imponente portata. In tutto questo Becky Lynch ha avuto diverse occasioni per riconquistare la cintura, ma prevalentemente si è ritrovata relegata ad un ruolo marginale, spesso lontana dai vertici del roster.

Nonostante ciò l’irlandese gode ancora di una grande popolarità e sul ring non passa mai inosservata. Le ragioni di una mancata consacrazione non sono relative ad un suo scarso impegno o a peculiari problematiche di varia natura, ma solo per il fatto che i dirigenti hanno appunto preferito sempre altri nomi per le gratificazioni maggiori. Proprio per questo appare ancora pesante l’etichetta da numero due che finora la Maiden Ireland non è riuscita a staccarsi di dosso.

Forse però questo momento è finalmente arrivato, con la vittoria sulla principale donna della federazione, Becky è pronta a decollare, per andare a prendersi una rivincita su tutto e tutti. Dopo martedì sera è auspicabilmente diventata definitivamente una delle favorite per il trionfo nel Women’s Money in the Bank Ladder Match, con la conquista della valigetta che la porterebbe nella maggior parte dei casi alla riconquista del titolo femminile del suo roster.

Il sostegno dei fan a discapito delle numerose difficoltà incontrate negli ultimi tempi potrebbe davvero essere servito a qualcosa. Se il WWE Universe è sempre rimasto al fianco dell’irlandese si deve al fatto che sono in molti a pensare che la loro beniamina sia, in maniera temeraria, l’atleta più completa della WWE. Questo può sembrare un azzardo, ma chi se non lei possiede un fisico tanto femminile sia resistente che atletico, un indifferente carisma e una capacità in ring stupefacente e una facilità di connessione straordinaria con il pubblico. Il suo unico neo sarebbe l’accento irlandese che le crea difficoltà al microfono agli occhi del pubblico americano, ma questo diventa un difetto perdonabile se si osserva come la federazione di Stamford stia puntando tantissimo su superstars come Shinsuke Nakamura, Asuka e il suo connazionale Finn Bálor.

Tuttavia non è escluso che quest’apparente abbozzo di  ritorno ad alti livelli di Becky Lynch sia soltanto un fuoco di paglia ed una dolce illusione attuata dai bookers, come successo in passato. Money in the Bank è vicino e nel corso di quella serata potremmo avere delle indicazioni molto, ma molto importanti.

Becky Lynch tornerà ai vertici? La vittoria su Charlotte Flair via sottomissione la rende la principale favorita al Women’s Money in the Bank Ladder Match?

 

Giovanni Damiano
Studente di Medicina e Chirurgia, polistrumentista per passione, fan sfegatato dei Green Day e tifosissimo della Juventus e del Potenza (squadra di calcio della mia città natale). Passando alle cose serie, seguo il wrestling dal 2003, fin da piccolo ho sempre amato molto maestri della tecnica quali Chris Benoit e Kurt Angle. Con il tempo ho iniziato ad apprezzare tantissimo John Cena e Chris Jericho, ma generalmente tutti gli atleti che riescono a coniugare capacità fondamentali come carisma, dimestichezza al microfono e abilità nell'esecuzione delle mosse.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi