mercoledì, 15 agosto 2018
Approfondimento

Primi bilanci: chi può beneficiare e chi ottenere un danno dal WWE Shakeup?

Vediamo insieme le prospettive di alcune superstar, a seguito dello Shakeup

È passato circa un mese da quando la WWE ha tenuto la seconda edizione del WWE Shakeup (prima, infatti, si parlava di Draft Lottery), che ha portato cambiamenti oltremodo significativi nei roster di RAW e di Smackdown. Tanti, infatti, gli atleti cha hanno cambiato show e altrettanto numerosi coloro che hanno fatto il grande salto da NXT al Main Roster WWE, per diventare ufficialmente delle superstar di RAW o di Smackdown.

Sebbene il tempo trascorso sia stato breve, possiamo già fare un piccolo bilancio sulla base di ciò che abbiamo già visto e dell’utilizzo riservato alle nuove star dei rispettivi show e delineare quelle che sono le prospettive in questo anno a venire per i lottatori coinvolti nello Shakeup.

Distingueremo due elenchi, partendo da quello che riguarda coloro che ne hanno o che ne possono beneficiare!

 

  1. Big Cass

Nonostante l’ex Colin Cassidy abbia già attirato su di sé le antipatie del management per non aver rispettato il copione in un segmento di Smackdown (cosa che lo ha portato a perdere in modo netto a Backlash), Cass è senz’altro uno degli atleti che può beneficiare maggiormente del cambio di roster. RAW è sempre stato sovrappopolato da talenti pronti per il Main Event, e questo sicuramente sbarrava la strada a Cass per imporsi in tempi relativamente brevi.

A Smackdown, d’altra parte, può occupare bene il ruolo di heel in rampa di lancio, considerato, oltretutto, che Baron Corbin e Jinder Mahal hanno abbandonato lo show del martedì sera.

Insomma, se i piani della WWE sono di fare di lui uno che conta, adesso hanno il tempo e la possibilità. Vedremo se lui riuscirà a non deluderli e a non diventare l’ennesimo piano fallito a seguito di uno split di un tag team consolidato (e ricordiamo ad esempio Titus O’Neil o Shad Gaspard per i quali la WWE aveva progettato, così come per Cass, un futuro radioso).

  1. Andrade “Cien” Almas

La sua chiamata nel roster di Smackdown può significare solo il chiaro intento della WWE di sfruttare il talento cristallino del Messicano in uno show che latita di superstar affermate, specialmente se si tratta di lottatori heel. Samoa Joe, Big Cass e Nakamura sono dei lottatori pronti al grande salto, ma nessuno è chiaramente un main eventer conclamato.

Quindi l’ambiente sembrerebbe perfetto per uno come Almas per realizzare una rapida ascesa. E, se ci rifacciamo a come Smackdown ha lanciato gente come Roode o proprio Shinsuke, per Almas potrebbero esserci ottime prospettive (e i rumors parlano di grossi piani e di grande fiducia della dirigenza nei confronti dell’ex campione NXT).

  1. Drew McIntyre

Ammettiamolo, a NXT un suo ritorno non era necessario. Farlo ritornare nello show giallo avrebbe solo messo in discussione l’ascesa di Aleister Black. A RAW, d’altra parte, per McIntyre sembra arrivato il momento di ottenere ciò che non aveva mai ottenuto in WWE.

Ha cambiato fisico, ha dimostrato di volere a tutti i costi emergere, ha sfruttato a piene mani il suo talento in altre federazioni. E ora la WWE non può fare altro che dargli credito per i suoi sforzi e renderlo, presto, una pedina fondamentale nelle sue storyline.

  1. Jeff Hardy

Con tutta la popolarità acquisita dal “Woken”, per il minore dei fratelli Hardy non c’era alternativa. Il suo ritorno doveva significare un allontanamento da Matt, che gli permettesse di mettere in mostra le sue peculiarità.

Il passaggio a Smackdown gli ha già sfruttato un titolo e delle vittorie importanti. Adesso non resta altro che vedere se Jeff ha ancora abbastanza benzina per convincere pubblico e dirigenza a essere lanciato un’ultima volta ai piani alti della federazione!

  1. Bobby Roode

Il Glorious One non aveva più nulla da fare a Smackdown. Dopo aver perso il titolo degli Stati Uniti e fallito nel tentativo di riconquistarlo, era proprio il caso per Roode di cambiare idea. Il wrestler, ex campione NXT, ha già ottenuto un suo spazio nello show rosso e sembrerebbe che la federazione intenda dargli ancora fiducia: tutti dati che ci lasciano pensare che per lui il passaggio nello show del lunedì sera possa essere stato vantaggioso.

 

Ma, dato che il nostro intento era quello di sottolineare anche quelli che potrebbero essere gli svantaggi per alcuni dei lottatori, ecco l’elenco di coloro che sembrano averci “rimesso” nel cambiare roster:

 

  1. Baron Corbin

Sembrava che il LoneWolf potesse diventare un vero top name della federazione, in quel di Smackdown, almeno fino al momento dell’incasso fallito del Money in the Bank. Dopo quel momento la sua carriera si è andata arenando e, stranamente, nemmeno lo Shakeup sembra poterlo favorire, anzi.

Dubitiamo che, se fosse rimasto a Smackdown, avrebbe trovato la strada sbarrata persino per qualificarsi nel Money in the Bank Ladder Match. E, se a ciò aggiungiamo un feud di secondo piano con No Way Josè, ci accorgiamo di come per Corbin, in quel di RAW, non sembrano prospettarsi grandissime occasioni.

  1. Breezango

Non avevano grosse prospettive a Smackdown; a RAW il loro status sarà ancora peggiore.

Troppi talenti, troppi nomi in cerca di rilancio. E, se il loro percorso incomincia con una sconfitta contro il B-Team, capiamo benissimo che questo passaggio a RAW potrebbe essere nient’altro che un’ultima deviazione prima di dire addio alla federazione in cerca di maggiori soddisfazioni in altri lidi…

  1. Asuka

La Nipponica, dopo aver dominato in lungo e in largo, ha iniziato a conoscere i primi ostacoli e per lei convivere, nello stesso show, insieme a Charlotte potrebbe essere tutt’altro che un beneficio. È vero, a RAW si è voluto far spazio a Ronda Rousey, la quale probabilmente non avrebbe sopportato il peso di avere come concorrenti Asuka o Charlotte, ma il fatto che le due lottatrici, sin qui, più credibili della divisione siano nello stesso roster, potrebbe portarle davvero a pestarsi i piedi.

Però, mai dire mai, nel suo caso le possibilità che le cose non vadano così male sono comunque discrete. Non ci sorprenderemmo, infatti, se Asuka riuscisse a condurre il suo primo regno titolato nel Main Roster proprio a Smackdown. Al momento, però, il suo personaggio ha ottenuto un drastico ridimensionamento.

  1. Sami Zayn & Kevin Owens

I due sono sempre al centro di qualche storyline da piani alti, ma, alla fine, vengono utilizzati soltanto per mandare over altra gente. Anche a Smackdown Owens e Zayn erano finiti per essere dei “tappabuchi” extra-lusso, senza nessuna prospettiva di diventare i campioni dello show.

È molto triste come le carriere dei due stiano ristagnando (specialmente quella di Sami), senza che vi sia all’orizzonte la possibilità di un significativo cambiamento.

Entrambi gli atleti potrebbero fare benissimo, anche in Match e in palcoscenici più importanti, ma non sembra proprio che a RAW gliene verrà data l’occasione. Ed anzi la competizione sarà sicuramente più spietata che a Smackdown.

  1. Jinder Mahal

Ha vissuto il suo migliore anno in quel di Smackdown, ma i fasti di un regno titolato sono destinati a diventare solo un gradito ricordo a RAW, dove l’indiano verrà utilizzato – senza molti dubbi – come carne da macello per superstar più popolari e con più risorse.

Il feud con Reigns ci appare nient’altro che l’inizio di un anno MOLTO duro per Mahal, che difficilmente potrà anche soltanto ambire a un titolo come quello intercontinentale, specialmente alla luce della concorrenza e del fatto che il piano della federazione sembra essere quello di far disputare sempre ottimi Match quando in palio c’è la cintura attualmente detenuta da Rollins!

Giovanni Di Rosa
Studente di giurisprudenza con la passione per la scrittura. Sono un appassionato di serie tv, wrestling e calcio. La mia passione per il wrestling nasce nel 2004, quando mi imbatto per pura coincidenza in un Match tra John Cena e Rene Duprèe. I miei idoli assoluti in WWE sono Charlotte Flair e AJ Styles!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi