giovedì, 18 ottobre 2018
ApprofondimentoNotizie

Daniel Bryan potrebbe presto lasciare la WWE

Nonostante l''American Dragon' sia in grande spolvero e abbia la piena fiducia dalla federazione, sembrerebbe vicino a valutare diverse ipotesi, tra le quali figura la possibilità di allontanarsi da Stamford

Daniel Bryan è tornato in pianta stabile nel roster di SmackDown Live, dove condivide con il WWE Champion AJ Styles il ruolo di top face dello show blu. Nonostante i medici della WWE gli comunicarono che non avrebbe mai più potuto calcare un ring, ‘The Beard‘ è tornato sorprendendo tutti i fan, subito entusiasmati dal suo ritorno.

Tuttavia il leader dello Yes! Movement, non aveva mai abbandonato la speranza di tornare a lottare un giorno, soprattutto in seguito a diversi referti di medici sparsi in tutti gli Stati Uniti che discordavano dal responso dei dottori della federazione di Stamford. Durante le svariate cure sperimentali lo ‘Yes! Man‘, secondo vari rumours, sarebbe stato contattato dalla NJPW e dalla ROH che gli avrebbero offerto subito la possibilità di ritornare sul quadrato. Le due federazioni si erano spinte fino a tanto, poichè, come rivelato da Dave Meltzer, era risaputo che il suo contratto con la WWE sarebbe scaduto a breve (nel prossimo autunno).

A dimostrazione dello smalto ritrovato e del definitivo recupero, nel corso del Greatest Royal Rumble Match, Daniel Bryan è entrato per primo ed ha stabilito il nuovo record di permanenza sul ring durante un Royal Rumble match, risultato non raggiungibile con uno stato di salute precario.

Malgrado un impiego full-time sul quadrato per il 4 volte campione del mondo, non si hanno informazioni certe su un possibile rinnovo contrattuale. Sulla sua carta d’identità le primavere conteggiate si apprestano a diventare 37 e dopo una carriera quasi ventennale e i numerosi e noti acciacchi, l’ex general manager di SmackDown potrebbe decidere di lasciarsi sedurre dalle offerte già arrivate nel periodo del ritiro (poi rivelatosi momentaneo) dal ring. A dimostrazione di questo non è un mistero che Bryan desidererebbe terminare la sua fenomenale carriera proprio nella ROH, vecchio amore mai dimenticato. In più potrebbe anche esserci la ricerca di una soluzione da part-timer, o quanto meno di un minor numero di impegni annuali. Questo potrebbe anche scaturire dalla scelta di dedicare più tempo alla sua famiglia.

Ad oggi, il futuro di Daniel Bryan pare essere ancora indissolubilmente legato alla federazione di Vince McMahon, grazie alla quale ‘The Beard‘ è diventato noto a tutti gli appassionati del pro wrestling e non solo ai seguaci delle indies. Proprio nelle meno seguite promotions statunitensi e specialmente in Ring Of Honor, prima della firma con la WWE, l”American Dragon‘ si era distinto per una qualità del lottato al di fuori del comune, ma anche per la capacità di interpretare al meglio sia la parte del face che dell’heel. Successivamente proprio il colosso di Stamford ha svolto un capolavoro, sviluppando incredibilmente in maniera magistrale il personaggio dell’underdog.

É molto suggestivo notare come la WWE sia ripartita proprio da questo punto, con Bryan subito messo a dura prova contro quel gigante che porta il nome di Big Cass. In quel di Backlash, a discapito della differenza di stazza, Daniel è riuscito addirittura a sottomettere il suo avversario, oltretutto in maniera abbastanza netta, ribaltando i favori del pronostico proprio come prassi del suo affascinante character. L’ex fidanzato di Carmella ha attaccato il vincitore alla fine dell’incontro, lasciando presagire un proseguimento della faida tra i due. Un indizio che contempla quest’ipotesi è che lo ‘Yes! Man‘ non prenderà parte al Men’s Money in the Bank Ladder Match poichè nell’ultima puntata di SmackDown Live ha perso il suo relativo match di qualificazione contro Rusev. D’altro canto nello stesso episodio di martedì notte, Big Cass non è apparso, alimentando ulteriormente le speculazioni a riguardo la scelta dei dirigenti WWE di cancellare il suo push.

Se effettivamente le ostilità tra i due atleti sono terminate a Backlash, per Daniel Bryan potrebbero aprirsi diverse strade piuttosto stuzzichevoli. Il pubblico resta ancora pieno di aspettative per il proprio beniamino, che di conseguenza sta riconquistando sempre di più quello che aveva lasciato qualche anno fa. In primis potremmo vederlo nel giro titolato relativo al WWE Championship, specialmente se il prossimo campione ad essere incoronato dovesse essere un heel come il gettonatissimo Shinsuke Nakamura o Samoa Joe. Lo status del marito di Brie Bella è tale da poter benissimo permettergli di riprendersi il massimo alloro.

Inoltre potrebbe davvero iniziare del tutto il feud con The Miz. É dal famoso scontro tra i due in una puntata di Talking Smack dell’agosto 2016 che soprattutto l”A-Lister‘ non si è risparmiato nel prendersi gioco dell’allora GM dello show blu, sia durante i promo, che sui social e sul ring. Proprio per le forti divergenze con il suo superiore, Mizanin aveva chiesto ed ottenuto il trasferimento a RAW, ma con il Superstar Shake-up di quest’anno entrambi si trovano finalmente nello stesso roster in qualità di lottatori. Nella contesa potrebbe esserci in mezzo anche il WWE United States Championship, ma se questa verrà rinviata di molti mesi, i due potrebbero anche scontrarsi per il titolo massimo. In questo caso Miz verrebbe definitivamente consacrato come main eventer.

Un’ultima eventualità riguarda il comissioner di SmackDown Live: Shane McMahon. A partire dalla brand extension del 2016 entrambi hanno collaborato per traghettare lo show con il tanto esaltato leit motiv della Land of Opportunity. D’altronde gli screzi non sono mancati, specialmente negli scorsi mesi circa la gestione di Sami Zayn e Kevin Owens. Anche se questi due sono stati fronteggiati a WrestleMania dagli allora condottieri di SmackDown Live, che hanno unito le forze proprio per allontanare i canadesi dal loro show, non si sono lasciati attendere i rumours relativi ad un turn heel dell’uno sull’altro. Anche prima dell’annuncio del tag team match al ‘The Grandaddy of Them All‘, lo sfidante di Daniel Bryan pareva essere lo stesso Shane-O-Mac. Ora sembra sia arrivata una risolutiva tregua, ma se altre idee sembrassero inattuabili, si profilerebbe un match a SummerSlam. Il fratello di Stephanie McMahon, secondo contratto, dovrebbe lottare non meno di due incontri all’anno, quindi l”American Dragon‘ diventa il suo prossimo avversario più plausibile.

Vedremo ancora a lungo Daniel Bryan in WWE? Come vi sembra sia rientrato? Quali potrebbero essere i possibili scenari per lui?

 

Giovanni Damiano
Studente di Medicina e Chirurgia, polistrumentista per passione, fan sfegatato dei Green Day e tifosissimo della Juventus e del Potenza (squadra di calcio della mia città natale). Passando alle cose serie, seguo il wrestling dal 2003, fin da piccolo ho sempre amato molto maestri della tecnica quali Chris Benoit e Kurt Angle. Con il tempo ho iniziato ad apprezzare tantissimo John Cena e Chris Jericho, ma generalmente tutti gli atleti che riescono a coniugare capacità fondamentali come carisma, dimestichezza al microfono e abilità nell'esecuzione delle mosse.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi