domenica, 16 dicembre 2018
Approfondimento

John Cena verso la via del ritiro?

Le presenze in WWE dell'atleta bostoniano sono in continua discesa, la netta sconfitta contro Undertaker potrebbe avvicinarlo ulteriormente alla definitiva carriera cinematografica e al ritiro dal wrestling

In qualsiasi campo, ad esempio nel calcio, in politica, nel lavoro, anche coloro che hanno rappresentato qualcosa di storico ed esemplare, attendono il momento in cui bisogna farsi da parte. É superfluo ricordare quanto John Cena sia stato un vero e proprio monumento per il wrestling e di quanto egli sia molto conosciuto anche dai non appassionati. Da qualche anno, con gli anni che avanzano, il numero dei match disputati e delle presenze agli show da parte del Leader della Cenation è diminuito esponenzialmente. D’altra parte anche quest’anno Cena è riuscito ad ottenere il suo match a WrestleMania, ma in quel di New Orleans è stato nettamente sconfitto (o vinto, per rendere al meglio il concetto) da Undertaker, in un match durato nemmeno tre minuti.

Il match non solo ha lasciato di stucco il pubblico che si aspettava di certo un incontro più duraturo e combattuto, ma ha ulteriormente rafforzato l’ipotesi dell’avvicinamento all’ultimo stint del buon John nella principale federazione globale.

D’altra parte, è necessario constatare che, negli anni recenti, il 16 volte campione del mondo ha praticamente ottenuto tutto dalla WWE. Mancherebbe unicamente la conquista del WWE Intercontinental Championship, che gli permetterebbe di diventare Grand Slam Champion, ma questo è effettivamente un dettaglio di poco conto. Inoltre è impossibile negare che il bostoniano si sia sempre reso disponibile ad aiutare a far emergere le nuove leve, nonostante sia nell’immaginario collettivo che non sia così. Basti pensare negli ultimi 6 PPV in cui Cena ha combattuto, sono arrivate soltanto sconfitte e che l’ultima vittoria importante in uno dei Big Four risale all’ultima edizione di Summerslam (agosto 2017), dove ebbe la meglio su Baron Corbin.

Per giunta il dream match con Undertaker è stato probabilmente l’ultimo tra quelli ancora realizzabili, anche se incalza sempre più l’ipotesi di un rematch a WrestleMania 35, dato che i fan vorrebbero vedere davvero un feud mai sviluppato negli anni scorsi. In aggiunta staccare Ric Flair, fermo a 16, nella classifica di titoli mondiali ufficiali vinti in assoluto, sarebbe un traguardo prestigioso e suggestivo ancora ben raggiungibile.  Oltre a ciò il marito di Nikki Bella potrebbe trovare nuovi stimoli, nell’affrontare atleti in rampa di lancio della federazione, su tutti Shinsuke Nakamura (fresco di Turn Heel), Samoa Joe e Roman Reigns. Proprio quest’ultimo è sempre più saldo nel ruolo ricoperto da John Cena in WWE almeno per gli ultimi dieci anni, ossia quello di “volto della federazione“.

Tuttavia, l’ex Doctor of Thuganomics, è stato molto frequentemente impegnato in pellicole di vario genere ed anche in vari show della televisione statunitense. É di qualche settimana fa l’annuncio del suo impiego, nel ruolo di protagonista, nel nuovissimo film ispirato alla serie di videogiochi Duke Nukem. Questa è solo una delle tante fatiche che vedrano l’atleta coinvolto nei prossimi mesi, ed è indiscutibile rendersi conto di quanto il tempo disponibile per apparire agli show sia veramente ristretto.

Sono in molti a paragonare lo status attuale a quello di Dwayne “The Rock” Johnson nelle annate 2003 e 2004. Come il suo collega ed avversario nei Main Event delle edizioni numero 28 e 29 del principale PPV dell’anno, John Cena potrebbe seriamente pensare a prendersi un lungo periodo di pausa, al fine di riordinare le idee e riflettere con magistrale attenzione sul suo futuro. In più, il fatto di non appartenere al giorno d’oggi nè al roster di RAW, nè a quello di SmackDown Live!, vestendo appunto il ruolo del “free agent“, lascia presagire che la run del simbolo del wrestling del nuovo millennio, sia questa volta davvero quella conclusiva della sua lunga e irraggiungibile carriera.

 

Giovanni Damiano
Studente di Medicina e Chirurgia, polistrumentista per passione, fan sfegatato dei Green Day e tifosissimo della Juventus e del Potenza (squadra di calcio della mia città natale). Passando alle cose serie, seguo il wrestling dal 2003, fin da piccolo ho sempre amato molto maestri della tecnica quali Chris Benoit e Kurt Angle. Con il tempo ho iniziato ad apprezzare tantissimo John Cena e Chris Jericho, ma generalmente tutti gli atleti che riescono a coniugare capacità fondamentali come carisma, dimestichezza al microfono e abilità nell'esecuzione delle mosse.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi