mercoledì, 18 luglio 2018
MMANotizie

BREAKING NEWS: Arrestato Conor McGregor!

Conor McGregor ha perso la testa, costringendo le autorità ad emettere un mandato d'arresto contro di lui.

Quello che è successo la scorsa notte ha dell’incredibile: al termine della conferenza stampa di UFC 223, evento che si terrà questo sabato al Barclays Center di Brooklyn, NY, Conor McGregor ha lanciato un carrello contro un autobus, aiutato da altre persone arrivate con lui. Il veicolo conteneva vari lottatori che avrebbero parteciperato al pay-per-view, tra cui Michael Chiesa e Ray Borg, feriti in seguito al gesto dell’irlandese.

Qui di seguito i video, da varie angolazioni, dell’accaduto:

Stando a quanto accaduto prima della pazzia compiuta da McGregor, che potrebbe fornire una delle motivazioni per spiegare il folle gesto, Khabib Nurmagomedov – protagonista del main event di questo sabato con Max Holloway – sarebbe stato visto parlare con lo sparring partner dell’irlandese, Artem Lobov, dopo esser venuto a conoscenza di un’intervista nella quale Lobov ha definito il russo “un pisciasotto”: la parte offesa si sarebbe limitata a colpire Lobov con qualche schiaffetto, per poi intimargli di non rivolgergli più la parola. E ciò sarebbe bastato a McGregor per organizzare una spedizione punitiva verso l’autobus colpito, all’interno del quale si trovava anche Nurmagomedov.

Il presidente della UFC Dana White si è dichiarato disgustato dall’accaduto, definendo l’irlandese un vero e proprio criminale, e che un atto del genere potrebbe anche rappresentare la fine della sua carriera in UFC. Inoltre, White ha proceduto a spogliare “Notorious” del titolo dei pesi leggeri, che verrà ri-assegnato nell’incontro tra Holloway e Nurmagomedov.

Una dichiarazione molto forte, se si pensa che solo un paio d’ore prima dell’accaduto il presidente della UFC aveva annunciato il ritorno nell’ottagono di Conor McGregor per il prossimo autunno: l’irlandese non presenzia sul ring da UFC 205, ovvero da novembre 2016, in cui è diventato campione dei pesi leggeri, sconfiggendo Eddie Alvarez. L’unica apparizione da quell’incontro è stata per il famoso incontro di boxe contro Floyd Mayweather vinto da quest’ultimo, interrotto per KO tecnico al decimo round.

Subito dopo l’atto vandalico McGregor si è dato alla fuga, per poi consegnarsi alle autorità nella notte. Attualmente giace in stato di arresto, mentre le autorità svolgono le indagini del caso: in seguito all’accaduto, Chiesa e Borg sono stati rimossi da UFC 223, dove avrebbero dovuto combattere rispettivamente contro Anthony Pettis e Brandon Moreno. Inoltre, anche Lobov è stato tirato fuori dalla card, avendo contribuito all’assalto dell’autobus.

Seguiranno aggiornamenti.

Matteo Galeazzi
Be like no one.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi