venerdì, 21 settembre 2018
Approfondimento

John Cena ed Undertaker: pro e contro del Dream Match che tutti vogliono

Il punto sul possibile dream match di WrestleMania 34 tra John Cena e The Undertaker.

Giacomo Puccini è morto nel 1924 lasciando incompiuta l’opera “Turandot”. In molti sostengono che il compositore non completò volontariamente il suo lavoro, in quanto non riusciva a caratterizzare la sua protagonista come voleva per il gran finale, preferendo abbandonare l’opera prima di ottenere un risultato mediocre.

La carriera di Undertaker, come la Turandot, è rimasta incompiuta in alcune sue parti e, sicuramente la più grande mancanza riguarda John Cena, di cui si può fare lo stesso identico discorso a parti inverse.

Come per la Turandot, il grosso problema sta nel finale, nel trovare la vera motivazione per far collidere questi due mostri sacri, non accontentandosi di un prodotto mediocre.
Ormai entrambi hanno dato tutto al wrestling e poco avrebbero da guadagnare da questo match. Ed è inutile organizzare un incontro di questo tipo se il vincitore non possa trarne giovamento.

Ad esempio, nel caso di Undertaker, solo due wrestler sono riusciti a sconfiggerlo a Wrestlemania: Brock Lesnar, l’attuale Universal Champion, e Roman Reigns, candidato ad essere il nuovo volto della compagnia e che, guarda caso, affronterà proprio Lesnar a Wrestlemania.
Per entrambi, sconfiggere Taker all’evento più importante dell’ anno è stato un punto fondamentale delle loro carriere, che li ha consacrati a Superstar per il futuro.

John Cena, invece, che ci guadagnerebbe da una possibile vittoria?
La sua carriera è ormai agli sgoccioli, ha vinto tutto quello che poteva vincere, è il volto della compagnia in tutto il mondo, una delle persone a cui associ il nome quando parli di wrestling. Sconfiggendo Undertaker, che al momento si può considerare inattivo (se non completamente ritirato), non guadagnerebbe nulla, sarebbe solo un ulteriore sconfitta per il povero Becchino, che non merita di perdere nuovamente allo show più importante dell’anno.

Se invertiamo le parti, la situazione non cambia: se Cena mettesse la sua carriera in palio, ritirandosi in caso di sconfitta, perché Undertaker?
Che senso ha costringere alla pensione John Cena dopo una sconfitta subita da un wrestler già ritirato? Meglio riservare questo onore ad un giovane, che potrebbe usare questo status a proprio vantaggio per ritagliarsi un posto importante in WWE.

L’unica possibilità è che sia lo stesso John Cena a volere ciò.
Come nel caso di Ric Flair, che scelse Shawn Michaels come la persona adatta per farlo ritirare per sempre (almeno in WWE), John Cena potrebbe aver indicato già da tempo The Undertaker come l’uomo giusto per completare la sua carriera, regalando così ad entrambi il degno finale alle loro storie incompiute.

Uno scenario possibile, che potrebbe realizzarsi proprio alla prossima Wrestlemania, dato che il Becchino non ha ancora molte cartucce da sparare e Cena sta ormai, da tempo, parlando di ritiro per dedicarsi ad altri progetti come cinema e tv.

Per adesso, Cena potrebbe ancora arrivare a Wrestlemania come Campione Mondiale, nel caso riuscisse a vincere il match valido per il WWE Title a Fastlane. Ma il match Styles/Nakamura promette bene e sembra essere apprezzato moltissimo dai fans.

Non escluderei, quindi, di sentir rintoccare al prossimo Pay-per-View le campane del Becchino che, come spiegato nella sua ultima criptica apparizione a Raw meno di un mese fa, potrebbe mettere a “riposare in pace” John Cena, in un finale così epico ed emozionante che nemmeno il grande Giacomo Puccini poteva ideare per la sua Turandot.

Andrea "Pipo" Piccioli
Appassionato di wrestling da sempre, appassionato di storia da sempre. Ho unito le due cose e sono diventato un appassionato di "storia di wrestling"! Adoro la disciplina in ogni sua forma, dalle piccole federazioni amatoriali ultraviolente alle grandi major multimilionarie. Mi piace molto anche la cucina e la musica, ma c'entra poco...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi