CONDIVIDI

Eccoci giunti WrestleMania, ultimo PPV di questa prima stagione di Bet WIT! E ci arriviamo nel migliore dei modi, la classifica non è mai stata così corta, con i primi 5 racchiusi in soli 2 punti. Capite bene che ogni match sarà fondamentale per la vittoria finale, quindi riflettete bene sulla modalità di vittoria, perchè certamente saranno i punti bonus a fare la differenza.

Per la Season Two di Bet WIT ci saranno grosse novità, aumenterà la possibilità di conquistare punti bonus, e sopratutto saremo divisi in vari gironi, ovviamente la classifica generale non si azzererà fino alla prossima Royal Rumble, quindi c’è ancora tutto il tempo, per chi è più in dietro in classifica, come chi vi scrive, di recuperare e conquistare la vittoria finale.

Vi lascio qui sotto la card

  • WWE Universal Championship: Goldberg (c) vs Brock Lesnar (w/Paul Heyman)
  • WWE Championship: Bray Wyatt (c) vs Randy Orton
  • WWE United States Championship: Chris Jericho (c) vs Kevin Owens
  • WWE Intercontinental Championship: Dean Ambrose (c) vs Baron Corbin
  • Fatal 4 Way Elimination Match per il RAW Women’s Championship: Bayley (c) vs Charlotte Flair vs Sasha Banks vs Nia Jax
  • Triple Threat Ladder Match per i RAW Tag Team Championship: The Club (c) vs Enzo Amore & Big Cass vs Cesaro & Sheamus
  • Roman Reigns vs The Undertaker
  • John Cena & Nikki Bella vs The Miz & Maryse
  • Shane McMahon vs AJ Styles
  • Unsanctioned Match: Triple H vs Seth Rollins
  • Kickoff – WWE Cruiserweight Championship: Neville (c) vs Austin Aries
  • Kickoff – Six Pack Challenge per lo Smackdown Live Women’s Championship: Alexa Bliss (c) vs Becky Lynch vs Natalya vs Mickie James vs Carmella vs Naomi
  • Kickoff – Quarta Andre the Giant Memorial Battle Royal: Mojo Rawley, Apollo Crews, Big Show, Curt Hawkins, Sami Zayn, Braun Strowman, Jinder Mahal, Golden Truth, Bo Dallas, Curtis Axel, Titus O’Neil, Sin Cara, Mark Henry, The Shining Stars, The Usos, Dolph Ziggler, Kalisto, Curt Hawkins, American Alpha, Heath Slater, Rhyno, The Ascension, The Vaudevillains, Breezango

Oggi per i consigli ci affidiamo a Mirko Favale, che fino ad oggi non è mai uscito dalla top ten, e che con qualche colpo fortunato può ancora puntare alla vetta della classifica, quindi leggete attentamente e seguite i suoi consigli!

WWE Championship match: Bray Wyatt (c) vs Randy Orton: la bellissima storyline che ha visto i due protagonisti ha un epilogo totalmente incerto. Vittoria scontata di Wyatt? Assolutamente no. Vero, l’Eater of Worlds avrebbe bisogno di questa vittoria che lo consacrerebbe al 100% nell’Olimpo dei top names della WWE, e la vittoria sarebbe la ciliegina sulla torta di un cammino che ormai da mesi lo vede inarrestabile: in quanto a prestazioni, che lo hanno visto schienare per ben due volte John Cena e AJ Styles, nonchè in quanto a autorità del personaggio, che ha acquisito senz’altro spessore dal sodalizio con Orton, fregiato anche di un, seppur breve, regno come campioni di coppia, e che si è imposto come figura carismatica quanto subdola e intrigante. Occhio però a Randy Orton: una vittoria dell’Apex Predator allungherebbe la storyline, che non subirebbe una fase di stanca giacchè la rivalità vera e propria tra i due si è accesa soltanto nelle ultime settimane e perchè ci sono mille risvolti e scenari possibili in qualunque senso: si vocifera di un turn simultaneo, ma in qualunque caso, è necessario fare i conti con il “pentito” Harper e con un Erik Rowan, la cui ombra di tanto in tanto torna ad aleggiare. Statistiche alla mano, oltretutto, 10 sono stati i lottatori che nella storia di WrestleMania hanno fallito l’assalto al titolo massimo dopo aver vinto la Royal Rumble, e tra questi figura già Randy Orton, il quale ha perso anche l’ultimo main event di WrestleMania in cui è stato protagonista, nella trentesima edizione. L’istinto porterebbe a far vertere il pronostico su Bray Wyatt, ma il consiglio dell’ultima ora è quello di virare: del resto è l’ultimo pronostico di questa stagione, e sarebbe un ottimo viatico per smuovere la già cortissima classifica di Bet WIT.

WWE Universal Championship match: Goldberg (c) vs Brock Lesnar: pronostico che invece appare molto più scontato. E’ la fine di questa breve ma discussissima corsa di Goldberg in WWE, a meno di improbabili rinnovi per altri match lottati, e per quella sorta di tipico codice d’onore tra personalità così carismatiche tutto porterà a pensare che Brock Lesnar possa uscire dallo stadio di Orlando con il titolo in vita. Come ben risaputo, lontano dalle telecamere tra i due è risaputo esserci profondo rispetto, tanto che voci di corridoio vorrebbero proprio Brock Lesnar come primo propositore dello squash di Survivor Series. Lesnar è anche stato eliminato in maniera netta alla Royal Rumble proprio da The Man, il quale proprio per la teoria accennata precedentemente non avrebbe alcun problema a soccombere in favore della Bestia nella contesa titolata, per poi comunque prendersi gli applausi del pubblico per la sua definitiva uscita di scena. Non sarebbe il primo caso: la stessa cosa è successa ad esempio con The Rock e John Cena, col primo che ha vinto il celebre “Once in a Lifetime” a WrestleMania 28 in casa propria a Miami, per poi perdere un anno dopo, questa volta nella contesa titolata. Pronostico dunque che verte senza se e senza ma in favore di Brock Lesnar, che con buona pace di tutti, si appresta a portare avanti un regno-fantasma di transizione prima del passaggio per le mani di Roman Reigns, magari a Summerslam.

Single match: The Undertaker vs Roman Reigns. Si ritorna per questo match alla totale imprevedibilità: Se lo spettacolo non è la cosa più scontata da potersi aspettare per questa contesa, di tutt’altro avviso è la prevedibilità del risultato finale, e di fatto è ciò che rende il match interessante e ciò che caratterizzerà probabilmente l’incontro spesso, che su queste basi mostrerà al 99,9% mille nearfall e conteggi al 2 e mezzo. The Undertaker non può perdere a WrestleMania? Vero, anche dato che dopo la storica sconfitta a WrestleMania 30 per mano di Brock Lesnar egli ha trionfato nelle due edizione successive, ma vero anche che ormai la Streak è bella che andata e dunque una sconfitta del becchino nello show più importante dell’anno non avrebbe la risonanza della prima volta. Avrebbe tuttavia la risonanza che permetterebbe al Big Dog di mettere in cascina comunque un risultato importante, che per l’occhio mainstream serve come il pane. Roman Reigns ha sì già un palmares di tutto rispetto con già tre titoli WWE, ma fatta eccezione per lo scontro nella scorsa edizione di WrestleMania contro Triple H ha perso quasi tutti gli incontri fondamentali che avrebbero dovuto renderlo il volto principale della compagnia: è stato così a WrestleMania 31 contro Brock Lesnar, ma anche contro il suo ex compagno Seth Rollins e nel Triple Threat tra i tre ex Shield. Tutte occasioni d’oro sfumate a causa della consapevolezza della compagnia di una possibile se non certa reazione negativa nelle arene, che infatti c’è stata lo scorso anno. Sarà la volta buona?

WWE United States Championship match: Chris Jericho (c) vs Kevin Owens. La storia tra i due è quella di due inseparabili amici che hanno condiviso tanto ma che sono anche serviti l’un l’altro per emergere, finchè uno dei due non è uscito di senno e ha rotto il sodalizio. Potrebbe essere la storia dell’amico tradito che si rifà, che rigetta i soprusi ricevuti dando una lezione al bullo, la rivincita del secchione che viene puntualmente sedotto e abbandonato dal compagno asino, ma così non sarà. Così non deve essere, e i motivi sono molteplici, partendo dall’utilità di Jericho che è proprio quella di aiutare nuove leve ad emergere, nuove leve come Owens, che dopo il devastante squash di Fastlane contro Goldberg necessita ampiamente di consolidarsi come brutto, sporco, cattivo e devastante. Jericho per giunta ha ottenuto già lo scorso anno una inaspettata vittoria contro AJ Styles, e per quanto un suo bis in questa edizione sarebbe comunque imprevedibile, perderebbe molto del fattore sorpresa che ha destato nella scorsa annata. Se Owens dunque a Fastlane ha patito solo in parte la sconfitta a causa dello status supremo di Goldberg, in questo caso sarebbe diverso, e costringerebbe l’ex campione Universale a ripartire da molto più in basso prima di poter tornare stabilmente in zona main event.

WWE Intercontinental Championship match: Dean Ambrose (c) vs Baron Corbin. Parliamoci chiaro: l’incontro è passato molto in sordina, complice la presenza di match dallo star power più blasonato e complice la gestione “in pillole”, che la compagnia fa di Baron Corbin: così come accade per Reigns infatti, è raro vedergli tenere un promo lungo e assistere ad un match da venti minuti con lui protagonista, e non è ancora chiaro se la cosa effettivamente lo limiti o lo favorisca, coprendone qualche lacuna. Ciò che però è evidente, è che in Corbin c’è fiducia e voglia di renderlo un top name e di poterlo lanciare fra i grandi: in una logica di booking molto meno frettolosa che in passato, tutto ciò passa dal titolo intercontinentale contro un wrestler che un main event lo è già. Facile ipotizzare una vittoria dunque per il Lonewolf, che si fregerebbe in chiave maistream di una vittoria contro uno dei nomi più conosciuti del panorama nello show più importante dell’anno, e che nelle puntate di SmackDown è stato chiaramente presentato come fisicamente più dominante del rivale.

Mixed tag team match: John Cena e Nikki Bella vs The Miz e Maryse. John Cena è allontanato da impegni più blasonati, ma il suo impiego in questo match non è una bocciatura, e anzi, non porta certo meno soldi alla compagnia rispetto a quelli che porterebbe se lui fosse nel main event. Il match infatti è esclusivamente la creazione ad hoc di un evento mondano, in ottica di un Total Divas/Bellas ma non solo: telefonatissimo lo scenario di Cena che dopo aver vinto il suo incontro assieme alla compagna le chiede la mano di fronte a quasi centomila spettatori: che c’entra col wrestling? Il fatto che il giorno dopo ne parlerebbero giornali di tutto il mondo, non solo sportivi ma anche di gossip, con, in minima parte, un certo interesse mediatico. Nemmeno da prendere in considerazione una vittoria del duo Miz/Maryse, col primo che comunque meriterebbe per ciò che mostra da mesi, almeno un nuovo giretto nel main event.

Fatal 4 way Elimination match per il RAW Women’s Championship: Bayley (c) vs Charlotte Flair vs Sasha Banks vs Nia Jax. Imprevedibile anche il match che vede coinvolte le donne di Raw: ciascuna delle wrestler coinvolte avrebbe motivo di vittoria, e non sarebbe scandaloso nessuno dei risultati possibili. Tuttavia va probabilmente esclusa una vittoria di Sasha e Charlotte, che hanno ottenuto maggiori gioie delle altre nel corso dell’annata di wrestling appena trascorsa. Il cerchio si stringe dunque attorno a Bayley e Nia, ma non da escludere in un prossimo futuro una faida esclusivamente tra le due: in vista di scenari che quindi vedono tempi un pochino più lunghi, però, è auspicabile una vittoria di Bayley.

WWE SmackDown Live Women’s Championship match: Alexa Bliss (c) vs Mickie James vs Becky Lynch vs Natalya vs Carmella (w/ James Ellsworth) vs (altre possibili avversarie dal roster di Smackdown)
. Alexa Bliss ha vinto il titolo per sopperire alla mancanza di Naomi, e da campionessa all’evento più importante dell’anno in teoria nemmeno doveva arrivarci: a meno di cambi dell’ultimo minuto dunque è difficile che esca dall’evento ancora col titolo alla vita: più facile una vittoria di ciascuna delle avversarie, ciascuna delle quali ha comunque mostrato delle buone cose dal momento del draft a ora e che quindi sarebbero ben meritevoli di una gioia in un palcoscenico di questo tipo. Il ritorno di Naomi nell’ultimo episodio di SmackDown Live mischia ancor di più le carte, e dato che ha dovuto cedere il titolo rendendolo vacante e non perdendo un incontro è facile, e anche giusto, pensare alla sua vittoria come rivalsa e come onesta chiusura del cerchio, per una wrestler che prima dell’infortunio aveva avuto una crescita costante di rendimento e di reazioni del pubblico, parallelamente alla gimmick, quanto tamarra quanto degna di attenzioni. Per la partecipazione al match comunque, attenzione a qualche debutto da NXT: il match è di fatto aperto a tutte le donne facenti parte del roster di SmackDown, dunque qualche sorpresa dell’ultimo minuto di qualche nuovo volto è più che possibile. Naturalmente Asuka è la prima indiziata.

Tag Team Ladder match per i RAW Tag Team championships: Luke Gallows e Karl Anderson (c) vs Enzo Amore e Big Cass vs Cesaro e Sheamus. Match che potrebbe essere tranquillamente la sorpresa della serata, arrivato dopo una lunga serie di ostilità tra tutti i team coinvolti. l’aggiunta delle scale mette un pizzico di pepe e spettacolo: chiaramente non candida il match ad essere il nuovo Hardyz vs Dudleyz vs Edge & Christian, ma può regalare qualche momento interessante. Per quanto riguarda la vittoria finale, tutto porterebbe a pensare a una vittoria di Enzo e Cas, che inseguono una vittoria titolata addirittura dai tempi di NXT e mai si sono fregiati di un alloro di coppia. La loro scalata è programmata per concludersi giusto in un evento di questa importanza, ma il colpo di scena, soprattutto a WrestleMania è dietro l’angolo: è innegabile che Enzo e Cas non stiano ottenendo le reazioni dei primi tempi, le ripetizioni in loop del pubblico ai loro tormentoni non sono più così assordanti come prima, nonostante godano ugualmente di un seguito non indifferente. I due sembrano aver perso il momentum, ma sono sempre i favoriti. Da non scartare, in ogni caso, che Gallows e Anderson possano mantenere.

WWE Cruiserweight Championship match: Neville (c) vs Austin Aries. Crea dispiacere vedere un incontro come questo destinato al kickoff, ma probabilmente non tutti i mali vengono per nuocere: ad un impiego nella main card in cui i due sarebbero messi in ombra da match più blasonati, vengono impiegati nel free for all, in cui non avranno nemmeno grossi limiti di minutaggio. I due stanno portando avanti una faida molto tradizionale ma non per questo meno interessante, e stanno indiscutibilmente alzano l’asticella dei cruiserweight, a cui stanno aggiungendo ciò che mancava: un certo drama e una parte più fatta di parole e interazione col pubblico. Non che Neville non meriti una vittoria a WrestleMania, sebbene sia il Kickoff, ma Aries è l’uomo giusto per caricarsi sulle spalle il prossimo futuro della divisione, e si sta mandando over come nessuno in precedenza è stato capace di fare.

Single match: AJ Styles vs Shane McMahon. L’incontro è un’altra possibile sorpresa di questa edizione. Al contrario del disappunto generale nei confronti dell’impiego di AJ in questo incontro, questo è esattamente ciò di cui la sua figura ha bisogno in questo momento: Styles ha trascorso un anno da assoluto protagonista, è arrivato in WWE in pompa magna e vincendo il WWE Title si è imposto come uno degli uomini simbolo della compagnia. Ciò che ancora gli manca tuttavia è una deriva mainstream, quell’essere riconosciuto anche tra i fan più occasionali o tra i meno interessati al business. Nel mondo della WWE si sa, è ciò che è rende veramente grande, che ti fa vendere i PPV e criterio principale di collocazione nei main event. Oltretutto nemmeno il possibile spettacolo è precluso dalla contesa: AJ Styles è capace di tirar fuori match entusiasmanti da chiunque, e Shane non è uno che si risparmia, tutt’altro. Ci si aspetta da lui qualche nuova pazzia, non che sia d’obbligo, dato che si parla comunque di un uomo che non fa il wrestler come attività principale, ma è abbastanza auspicabile che ci sorprenda nuovamente. Chiaramente il pronostico verte dalla parte del Phenomenal One.

André the Giant Memorial Battle Royal 2017: wrestler annunciati: Big Show, Mojo Rawley, Curt Hawkins, Apollo Crews, Braun Strowman,Goldust, R-Truth ,Primo, Epico, Curtis Axel, Bo Dallas, Jinder Mahal, Sami Zayn. la Battle Royal potrebbe essere più interessante del previsto, anche per la presenza di nomi di un certo calibro, da Sami Zayn a Braun Strowman passando da Samoa Joe. La Andre The Giant memorial Battle Royal ha sempre regalato qualche sorpresa, quindi occhio a ritorni, debutti e colpi di scena. L’anno scorso ci fu la presenza di Shaquille O’Neil, di Tatanka ma soprattutto del debuttante Baron Corbin che vinse contro tutti i pronostici, quest’anno chissà. La collocazione poi potrà dirci molto sulle intenzioni che la compagnia avrà per l’incontro: dovesse essere parte del kickoff potrebbe essere una semplice formalità in luogo della tradizionale Battle Royal che un tempo serviva per poter dare a tutti il lustro della presenza a WrestleMania, ma in caso di impiego nella card principale tutto può succedere, e tra gli scenari possibili occhio alla presenza e alla vittoria di una Superstar di cui ancora non si conoscono le condizioni e la data di ritorno: Finn Balor.

No Sanctioned Match: Triple H vs Seth Rollins. L’infortunio di Rollins ha rovinato lo sviluppo possibile della storyline che altrimenti avrebbe avuto temi più caldi e avrebbe avuto riferimenti storici non indifferenti, dal momento in cui Rollins ha tradito lo Shield a quando il Triplo ha aiutato Owens a vincere il titolo Universale. Il modo in cui le cose sono andate però pone l’incontro su basi nuove ma altrettanto interessanti. La compagnia è stata molto brava a rende infinitamente sottile il limite tra realtà e finzione, non facendo effettivamente capire al pubblico quali siano le reali condizioni di Rollins, sebbene sia evidente che l’infortunio attuale sia principalmente un pretesto narrativo. Il match promette di raggiungere vette a livello di storytelling particolarmente alte e di regalere un coinvolgimento emotivo non indifferente, ma il focus dell’incontro, il ginocchio di Rollins, ne rimette in equilibrio le sorti: se senza l’infortunio, alla vigilia sarebbe parsa scontata una vittoria dell’Architetto, in un caso come questo non è così impensabile una spietata vittoria di Triple H, che non vince tra l’altro a Wrestlemania dall’edizione numero 29. Non da poco l’altro ostacolo che separerebbe Rollins dalla vittoria: il Pedigree da assestare sul suo legittimo proprietario.

anche per questa volta è tutto! vi aspetto martedi mattina con la classifica finale della season one e con il nuovo regolamento per la Season Two!

  • Pietro De Nicolo

    Brock Lesnar, pinfall
    Bray Wyatt, pinfall
    Kevin Owens, pinfall
    Dean Ambrose, pinfall
    Bayley, pinfall
    Enzo Amore & Big Cass, pinfall
    The Undertaker, pinfall
    John Cena & Nikki Bella, submission
    AJ Styles, pinfall
    Triple H, pinfall
    Neville, pinfall
    Carmella, submission
    Braun Strowman

  • DennyM

    Battle Royal: BraunStrowman
    Cruiserweight: Austin Auries pinfall
    SD Womens: Becky Lynch submission
    Raw Womens: Bayley pinfall
    Raw Tag Team: Enzo e Cass (Ladder)
    Intercontinental: Baron Corbin pinfall
    United States: Kevin Owens pinfall
    WWE Champion: Bray Wyatt pinfall
    Universal Champion: Lesnar pinfall
    AJ Styles vs Shane: AJ Styles pinfall
    Seth R. vs HHH: Seth Rollins pinfall
    Undertaker vs Reigns: Undertaker pin.
    Tag Team misto: Nikki & Cena submission